Lauretana

Lauretana

INFORMAZIONI
Settore di attività: Agroalimentare
Punto di ritrovo: Frazione Campiglie 56 - Graglia (BI)

La storia dell'acqua minerale Lauretana, “l’acqua più leggera d’Europa” grazie al residuo fisso di soli 14 milligrammi per litro, inizia negli anni sessanta, quando Teresio Rossello scopre una fonte nel comune di Graglia, a circa 850 metri d'altitudine. L'azienda prende il nome dalla Madonna Nera collegata al culto della Nostra Signora di Loreto a cui è dedicato il Sacro Monte di Graglia, santuario parte del sistema di complessi prealpini che comprende anche le vicine Oropa, Varallo, Arona e Ghiffa.

Lontana da insediamenti umani, in un luogo incontaminato, aveva tutte le caratteristiche per soddisfare le esigenze di leggerezza. L'imbottigliamento inizia nel 1965 e oggi le bottiglie raggiungono l'Europa, l'America, l'Australia e l'Asia, grazie alla sua leggerezza.

Per evitare il danneggiamento delle molecole dell'acqua, l'imbottigliamento è eseguito nei pressi della fonte, dura dagli otto ai dieci secondi e avviene senza pressione, così da conservare al meglio gusto, qualità e durata naturale, senza nessun rischio di contaminazione batteriologica. Il ciclo produttivo è legato alle condizioni climatiche e alle stagioni: nei mesi invernali, quando piove poco e le temperature troppo basse corrono il rischio di gelare le acque, i ritmi di produzione rallentano.

L'investimento tecnologico è una costante dell'azienda che permette di garantire la qualità del prodotto. Nel 2016 è stata installata una nuova linea di imbottigliamento per il PET, che ha portato a quattro il numero delle linee produttive: due sono destinate alle bottiglie PET, una al vetro a rendere (con il lavaggio delle bottiglie effettuato con un macchinario sostituito nel 2017) e una è riservata esclusivamente al vetro a perdere destinata ai mercati esteri.

Lauretana occupa oggi oltre 70 dipendenti, con un fatturato annuo passato da 28 milioni di euro del 2016 a 33 milioni di euro nel 2017.

Frazione Campiglie 56 - Graglia (BI)

La visita si svolgerà nel ciclo produttivo reparto PET. Si partirà dalla preforma seguendo il suo percorso fino al confezionamento, passando attraverso la soffiatura, il riempimento, la tappatura e l’etichettatura.

N.B. Il sistema di prenotazione delle visite prevede la trasmissione dei nominativi di tutti i partecipanti all'azienda che organizza la visita.

Numero massimo di visitatori per visita: 10
Durata media prevista per visita: 1h
Mezzi pubblici più vicini: Nessuno
Disponibilità di parcheggio interno: Si
Identificazione da presentare alla visita: No
GALLERY

Visite previste Venerdì 26 Ottobre

26 Ottobre - ore 10:00
0
Posti disponibili
10
Posti prenotati
26 Ottobre - ore 10:30
3
Posti disponibili
7
Posti prenotati
26 Ottobre - ore 11:00
0
Posti disponibili
10
Posti prenotati

Visite previste Sabato 27 Ottobre