Lauretana

La storia dell’acqua minerale Lauretana inizia negli anni ’60, quando Teresio Rossello scopre una fonte nel Comune di Graglia, a circa 1.050 metri d’altitudine. Lontana da insediamenti umani, in un luogo incontaminato, aveva tutte le caratteristiche per soddisfare le esigenze di leggerezza.
L’imbottigliamento inizia nel 1965 e oggi le bottiglie raggiungono l’Europa, l’America, l’Australia e l’Asia, grazie alla sua leggerezza.

Per evitare il danneggiamento delle molecole dell’acqua, l’imbottigliamento, eseguito nei pressi della fonte, dura dagli otto ai dieci secondi e avviene senza pressione, così da conservare al meglio gusto, qualità e durata naturale, senza nessun rischio di contaminazione batteriologica. Il ciclo produttivo è legato al meteo: nei mesi invernali, quando piove poco e le temperature troppo basse corrono il rischio di gelare le acque, i ritmi di produzione rallentano.

L’investimento tecnologico è una costante dell’azienda, per garantire la qualità del prodotto. Il nome dell’azienda deriva da una Vergine venerata a Graglia.

Il punto di ritrovo per i visitatori è frazione Campiglie 56, Graglia.

venerdì 27 ottobre

  • venerdì 27 ottobre ore 9.00
  • venerdì 27 ottobre ore 9.30
  • venerdì 27 ottobre ore 10.00
  • venerdì 27 ottobre ore 10.30
  • venerdì 27 ottobre ore 11.00
  • venerdì 27 ottobre ore 11.30
  • venerdì 27 ottobre ore 12.00
  • venerdì 27 ottobre ore 12.30

sabato 28 ottobre

  • sabato 28 ottobre ore 9.00 
  • sabato 28 ottobre ore 9.30
  • sabato 28 ottobre ore 10.00
  • sabato 28 ottobre ore 10.30 

L’orario indicato è quello di inizio della visita, siete pregati di presentarvi circa 10 minuti prima.

Per eventuali disdette inviare una mail a info@piemontefabbricheaperte.it